Rav A. Arbib – Vayikra 29 Come non odiare

    Milano 13.11.2019 – Levitico 19, 17
    “Non odiare il prossimo nel cuore”: l’autocontrollo sui pensieri e sui sentimenti, l’autocoscienza sulle proprie possibilità (Ibn Ezra), l’influenza dell’istintività e dell’ambiente circostante, lo sforzo educativo e l’importanza del dialogo. Il problema sull’odio: le eccezioni, lo spartiacque rispetto al peccato del Vitello d’oro e la nostra condizione morale. “Ammonisci tuo fratello”: le possibili reazioni, le modalità in rapporto alla propria statura morale ( Rabbì Tarfon), alla capacità di recepimento (Rabbì Eliezer) e alle proprie attitudini nel farlo (Rabbì Akivà) ed il rischio dell’indifferenza. Cogliere lo spunto per la propria autocritica anche dalle parole d i un nemico (Chafetz Chaim) e la capacità di trasmettere un sentimento interiore. “Non far salire su di lui un peccato”: accertarsi sull’effettivo errore e fare attenzione a non svergognare. Riassunto V. Mizrahi
    Registrazione D. Piazza

    VIAJIM TV
    FONTERav A. Arbib - Vayikra 29 Come non odiare

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.