Rav A. Arbib – Vayikra 26 Non maledire chi non sente

Indirizzo Lezione: https://www.youtube.com/watch?v=xZnrkOJasP8
Da: Rabbinato Milano

Milano 18.9.2019
La mitzvà di non maledire un sordo: l’estensione del precetto verso tutte le persone (Rashí e Ramban), il riferimento spaziale e quello della vendetta, l’effettivo danno procurato, l’allontanamento dal perfezionamento (Rambam), la possibile distorsione della realtà (R. Yosef Caspi) e l’importanza della parola (Onkelos). La mizvà di non dare un inciampo davanti ad un cieco: l’ostacolo manifesto, l’ignorare alcuni aspetti di in problema (Sifrà), non tener conto delle pulsioni altrui, non istigare, non dare pretesti e non creare tensioni (Rambam), non omettere, non disinteressarsi e cercare di evitare che avvenga qualcosa di male. Riassunto V. Mizrahi
Registrazione D.Piazza

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here