6-Esther LA VITTORIA

6-Esther LA VITTORIA, Ghitti Bekhor.
“Mordekhai scrisse queste cose e mandò lettere a tutti gli ebrei che stavano in tutte le province del re Achasheverosh, vicini e lontani, stabilendo per loro di festeggiare ogni anno il giorno 14 e il giorno 15 del mese di adar come giorni in cui gli ebrei avevano avuto quiete dai loro nemici, nel mese che si era mutato per loro da angoscia in allegria, da lutto in giorni di festa, per fare di quei giorni giorni di banchetto e di allegria, di scambio di doni l’uno con l’altro e di regali per i poveri”(Libro di Esther, 9:20-22).

“Tutto quello che riguardava la potenza, l’autorità e la descrizione della grandezza di Mordekhai, che il re aveva innalzato, tutte queste cose sono scritte nel libro delle cronache dei re di Media e di Persia.
Infatti Mordekhai l’ebreo era vicerè del re Achasheverosh: grande tra gli ebrei e gradito alla maggioranza dei suoi fratelli, cercò il bene del suo popolo e mise pace a tutta la sua stirpe” (Libro di Esther, 10:1-3).
(Naar Israel, Milano-Festa di Purim 5773/ 23-24 febbraio 2013)

VIAJIM TV
FONTE6-Esther LA VITTORIA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui