Rav A. Arbib – Talmud Berakhot 37

Indirizzo Lezione: https://www.youtube.com/watch?v=o_9Wc14NQG4
Da: Rabbinato Milano

Milano 4.6.2017
Una prova sulla conoscenza che i morti hanno sulle vicende terrene: il padre di Shmuel, la sua influenza per Levi, la profezia, il denaro per gli orfani, ed una prova contraria di Rabbì Yonatàn. Parlare male di un morto: le divergenze tra R. Yitzhak e R. Pappà e la punizione secondo R. Yehoshua ben Levi. I 24 casi di scomunica per l’offesa arrecata ad un maestro ed i casi relativi alla netilàt yadàim, alla maldicenza verso uno studioso morto e all’arroganza. Akavyià ben Mahalalèl, le eccezioni concesse per la Sotà nel caso di una converrtita o di una schiava affrancata e le divergenze rispetto all’idea di Shemayà ed Avtaliòn. Il comportamento di Elazar ben Chanockh e le conseguenze subite dal tribunale rabbinico. L’arroganza di Shimon ben Shatach verso Choni Hamehagghel e di Todos verso gli ebrei romani. Riassunto V. Mizrahi.
Registrazione G. Barki

VIAJIM TV
FONTERav A. Arbib - Talmud Berakhot 37

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui