Rav A. Arbib – Una sukkà all’ombra della fede

Indirizzo Lezione: https://www.youtube.com/watch?v=DsXW3IGgBLw
Da: Rabbinato Milano

Milano 20.10.2016 La particolarità del periodo, secondo il Tur, in cui cade la festa di Sukkot e le divergenze d’opinione tra Rabbì Akivà e Rabbì Eliezer relativamente al significato delle capanne e al suo permanere tramandato alle generazioni. Il legame con le festività di Tishrì, dedotto dallo Zohar, intrecciato con le vicende dell’incontro tra Esav e Yaakov ed il riferimento esplicito sulla costruzione da parte sua di sukkot per il gregge come metafora dell’uomo soggetto ai propri limiti. La possibilità di superare con la fede le nostre manchevolezze entrando con tutto il corpo nella Sukkà, all’ombra della Emunà (Zohar) germogliata durante le feste di Rosh ha-Shanà e Kippur che ci dà forza per affidarci a Dio ed affrontare l’anno, i bei momenti e le avversità. Riassunto V. Mizrahi Registrazione D. Piazza

VIAJIM TV
FONTERav A. Arbib - Una sukkà all'ombra della fede

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui