Rav A. Arbib – Vayikrà 08 – Tzav – Il bianco che purifica

Indirizzo Lezione: https://www.youtube.com/watch?v=ZzTPEO1t_D4
Da: Rabbinato Milano

Milano 16.1.2019
I vestiti bianchi di lino indossati dal kohen gadol durante i sacrifici: la particolarità della fibra vegetale e del colore, in allusione a quello della manna. L’analogia relativa alla sintesi rispettivamente dell’iride e dei gusti (rav Avraham di Sochatchov), il riferimento alla fine del processo di Teshuvà (Profeta Yeshayà) culminante con Yom Kippur e dominato da tale colore e lo sforzo quotidiano di riavvicinamento all’unità ed al momento della creazione dell’universo. L’ordine ripetuto di accendere un fuoco sull’altare, la compartecipazione dell’azione umana a quella divina (Sefer Hachinukh) e la richiesta di una giusta misura delle passioni umane. La necessità di nascondere un miracolo manifesto, i pericoli evitati ed il senso di eccezionalità salvaguardato dal temporaneo allontanamento divino, al fine di renderci coscienti ed autonomi. Riassunto V. Mizrahi
Registrazione D. Piazza

VIAJIM TV
FONTERav A. Arbib - Vayikra 08 Il bianco che purifica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.